Fia Cross Country Rallies - Abu Dhabi Desert Challenge

17 aprile 2013

Bicchiere mezzo pieno per il team RalliArt Off Road Italy al termine dell’Abu Dhabi Desert Challenge, secondo appuntamento della Coppa del Mondo Fia Cross Country Rallies, disputato la scorsa settimana nell’emirato arabo su un percorso di quasi 2.000 km, di cui oltre 1.300 km di prove speciali gran parte dei quali nel deserto, suddivisi in cinque tappe.

Senz’altro buono il risultato globale ottenuto dalla squadra toscana, con il quarto posto nella categoria T2 dell’equipaggio Romulo Branco-Joao Serodio. I due portoghesi, al debutto sulla insidiosa sabbia del deserto, hanno magistralmente guidato il Pajero T2 RalliArt badando a maturare esperienza e non commettere errori, peraltro rimanendo sempre a ridosso delle posizioni di vertice. 

Senz’altro positivo anche l’8° posto in classifica T2 dei brasiliani Marco de Moraes e Eduardo du Sachs, anche loro al debutto in questa difficile gara, che dopo la vittoria di classe al Baja Italia hanno badato ad acquisire esperienza e raccogliere punti preziosi per il campionato mondiale. 

Sfortunati, invece, i campioni iridati T2 in carica che quest’anno hanno voluto affrontare la sfida estrema con i più potenti e performanti T1. A loro disposizione un fiammante Pajero T1, naturalmente equipaggiato con sospensioni ORAM. L’equipaggio brasiliano, in qualità di campione in carica, ha preso per primo il via dal palco nel circuito Yas Marina ma dopo un ottimo prologo ecco la doccia fredda subito nella prima sessione: la rottura di un tubo dell’olio e le conseguenti 100 ore di penalità pagate hanno irrimediabilmente compromesso la loro gara. Nel corso della gara, Varela e Gugelmin hanno poi portato a termine tutte le tappe con ottimi risultati fino ad entrare nella top ten nell’ultima prova, concludendo in 27^ posizione nella classifica generale.

Quindi, valutando le prestazioni ottenute il bilancio non può che essere positivo e ancora una volta l’assetto messo a punto in collaborazione con ORAM ha avuto un ruolo fondamentale, confermando ancora una volta la facilità di adattamento degli ammortizzatori ORAM TT 5/50 Evo nel passaggio tra due terreni estremamente differenti tra loro come quello della prima prova, l’Italian Baja, e quello trovato nell’emirato arabo.

Tutti elementi che consentono ai tre equipaggi di RalliArt Off Road Italy di guardare con fiducia alla prossima prova della Coppa del Mondo Fia Cross Country Rallies, il Sealine Cross Country Rally, in programma dal 21 al 27 aprile in Qatar, con partenza dal circuito di Losail alle porte della capitale Doha.