VdeV - 6 Ore Barcellona

31 marzo 2013

Il podio della prova d’apertura del VdeV Proto 2013, la 6 Ore di Barcellona disputata lo scorso fine settimana sul tracciato catalano, è stato monopolizzato da piloti che nonostante le differenti vetture erano tutti equipaggiati con sospensioni ORAM, nello specifico gli ammortizzatori ORAM GI 35/325/3i con regolazioni a tre vie, a conferma di come questi particolari si adattino alla perfezione su ogni tipo di barchetta.

Infatti, il gradino più alto è andato alla Norma F20 FC dell’equipaggio francese Mondolot-Zollinger-Fargier, mentre al secondo posto si è piazzato l’equipaggio Lacorte-Sernagiotto-Bernoldi al debutto sulla Tatuus PY-012 e sul gradino più basso sono saliti Cavailhes-Capillaire-Doguet anch’essi al volante di una biposto francese.

Particolarmente significativa la prestazione dell’equipaggio italo brasiliano, che nell’occasione ha portato al debutto la Tatuus equipaggiata con cambio elettroattuato con comandi al volante, che ha marciato come un orologio, facendo segnare anche il giro più veloce in gara. E se il team MSR Corse non avesse pagato un po’ l’inesperienza in questo tipo di gare endurance, perdendo molto tempo nelle soste ai box il trio Lacorte-Senagiotto-Bernoldi avrebbe anche potuto lottare per la vittoria.

Ma l’appuntamento è solo rimandato, magari già dalla prossima gara che si svolgerà sulla pista casalinga del Mugello.